Sbarca nella capitale, in via Urbana 112/113, nel cuore del rione Monti, Pizzeria Trieste, in apertura giovedi? 14 gennaio. Dal profumo inebriante e dalla forma inconfondibilmente “TONDA”, questa pizzetta viene da anni preparata con amore e sfornata nelle piccole teglie circolari che garantiscono una perfetta cottura.

Il brand racchiude la storia di un’intera famiglia, si evolve nel rispetto della tradizione e propone un gusto inimitabile. Ampiamente conosciuta e amata dagli abruzzesi, Pizzeria Trieste nasce, nel 1958, a Pescara, dalle mani dell’intraprendente Gabriele Ciferni, in uno degli stabilimenti balneari storici della citta?, Trieste per l’appunto. Il tempo passa, e la ricetta segreta viene ereditata dal figlio Riccardo, accompagnato, oggi, dalla moglie Laila Di Carlo e, nell’avventura capitolina, dal partner Andrea Koveos.

Il successo dura ormai da anni, e i punti vendita locali si moltiplicano fino al raggiungimento della decisione di delineare un progetto di espansione nazionale e internazionale per diffondere l’unicita? di un prodotto che in se? racchiude l’eccellenza della gastronomia italiana. Gia? presente a Madrid dal 2014, Roma segna la prossima tappa dello sviluppo di Pizzeria Trieste, mentre, entro il 2016, sono gia? state programmate le aperture di Milano, San Diego e Oslo.

Non c’e? confine per la diffusione di una pizzetta che punta tutto sulla qualita? degli ingredienti, la lievitazione naturale, un condimento equilibrato e l’utilizzo di prodotti tipici e biologici. Le materie prime, infatti, vengono scelte attentamente da Riccardo che, con dedizione, seleziona personalmente i piccoli artigiani alimentari, principalmente abruzzesi, per conferire alle sue pizzette tutta la genuinita? che le contraddistingue sin dalle origini.

A due passi dal Colosseo, e a pochi metri dalla fermata Cavour della Metropolitana, Pizzeria Trieste e? quindi pronta a catturare il palato dei romani piu? golosi, portando con se? una storia, quella della famiglia di Gabriele Ciferni. Dalla classica Margherita, alla Bianca con la mozzarella, solo per la Capitale saranno sfornati, inoltre, i gusti “salsiccia di fegato, broccoli e ferfellone” e “baccala? e peperoni”.